La formazione è un patrimonio non un costo!

IL PAZIENTE CON ALIMENTAZIONE ARTIFICIALE: nutrizione enterale, parenterale, gli accessi venosi ad essa correlati

La nutrizione artificiale è una modalità di nutrizione che permette ai pazienti che non possono alimentarsi per via orale di utilizzare una via “artificiale” per somministrare gli alimenti. La nutrizione artificiale può essere praticata sfruttando il tratto gastro-intestinale attraverso un accesso “artificiale”, con sondino nasogastrico o PEG (Nutrizione Enterale, NE) e qualora quest’ultimo non sia più utilizzabile o non sufficiente, somministrando per via endovenosa nutrienti adatti a entrare direttamente nel sangue (Nutrizione Parenterale, NP) attraverso l’utilizzo di cateteri venosi centrali o in casi minori cateteri venosi periferici.

Indicazioni: è una modalità di nutrizione indicata in svariate situazioni:

  • preparazione all’intervento chirurgico di soggetti con malnutrizione
  • complicanze di interventi chirurgici
  • tumori in fase terminale
  • difetti della deglutizione
  • anoressia
  • malattie infiammatorie dell’intestino
  • sindromi da malassorbimento

 

Obiettivi del corso

Il corso ha lo scopo di fornire ai partecipanti nozioni utili per rendere autonoma la gestione a domicilio della Nutrizione Artificiale.

 

Finalità del Corso

  1. Conoscere gli aspetti riguardanti le definizioni e le specificità di ogni singola tipologia di nutrizione;
  2. Conoscere le indicazioni di utilizzo delle varie tipologie di nutrizione;
  3. Acquisire gli aspetti legati alle singole vie di accesso per l’effettuazione della terapia nutrizionale;
  4. Saper gestire la nutrizione artificiale al domicilio.

 

Durata del corso

16 ore (distribuite in 2 giornate da 8 ore)

 

Destinatari del corso

Medici,  infermieri, Oss.

 

Valutazione/Certificazioni

Al termine del corso verrà rilasciato a tutti i partecipanti il relativo attestato di frequenza.